Sciopero generale nazionale del turismo

Grande adesione allo sciopero generale nazionale del settore turismo organizzato il 15 aprile 2015 da Uiltucs Uil, Fisascat Cisl, Filcams Cgil. Gianluigi Veronesi

Per un milione e mezzo di lavoratori del turismo i contratti di lavoro sono fermi dal 2013. Uiltucs Uil, Fisascat Cisl e Filcams Cgil hanno proclamato all’unisono, anche per questo motivo, lo sciopero generale nazionale del settore, mercoledì 15 aprile us. Proprio nell’imminenza (a due settimane dall’inizio) dell'Expo. Secondo le Organizzazioni sindacali, sono due anni che i contratti di lavoro non sono rinnovati a causa delle scelte delle parti datoriali, che scaricano la crisi economica sulle spalle dei lavoratori del settore del turismo. In particolare ai lavoratori è stato chiesto di fare delle rinunce in materia di permessi, di scatti di anzianità e  anche sulle indennità di malattia. Questo ad oggi ha costretto le Organizzazioni sindacali ad una reazione concreta e dura. Cristan Sesena - segretario nazionale della Filcams Cgil - ha dichiarato che senza uno sblocco della vertenza sul rinnovo dei contratti di lavoro, la mobilitazione del settore non si fermerà solo alla trascorsa giornata del 15 aprile, con manifestazioni di piazza su Milano, Roma e Taormina,  ma continuerà andando ad interessare anche il periodo dell’Expo e, molto probabilmente anche quello del Giubileo straordinario indetto da Papa Francesco. Il 15 aprile scorso, non è stata data decisa a caso, ma proprio in concomitanza con la grande mobilitazione in tanti Paesi del mondo che, per gli stessi motivi legati al settore turistico, hanno proclamato una giornata di lotta a difesa dei diritti e della dignità anche dei lavoratori che sono occupati nei “fast food”, altro settore fin troppo bistrattato e con i dipendenti che troppo spesso si attivano in condizioni davvero inumane.

Condividi con i tuoi amici!

 

Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all'installazione di qualsiasi cookie clicca qui. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information